"Un Paese è sviluppato non quando i poveri posseggono automobili, ma quando i ricchi usano mezzi pubblici e biciclette" Gustavo Petro, sindaco di Bogotà.

Email Print

Cosa bolle in pentola?

Event 

Title:
L'altopiano della Gardetta - Difficoltà ✰✰✰✰
When:
25.07.2015 - 26.07.2015 
Category:
MTB - Fuoristrada rispettando la natura

Description

Rocca La Meja dal Colle dAncoccia

Gita annullata per mancanza di iscritti

La classica gita estiva di due giorni in MTB quest'anno ci porterà sull'altopiano della Gardetta, situato tra la val Maira e la val Stura di Demonte, per percorrerlo tutto con uno spettacolare anello in quota in parte su sterrata ex-militare ed in parte su mulattiera-sentiero al cospetto della Rocca la Meja.

La gita è impegnativa per i dislivelli totali da superare, per il fondo smosso in diversi tratti e per la lunghezza nel secondo giorno (1° giorno: 36 km e 1400 m di dislivello; 2° giorno: 71 km e 1400 m di dislivello).

 

 

 

Rocca la Meja vista dal colle D'Ancoccia (da Wikipedia - CC BY 3.0)

Il programma è il seguente:

Sabato 25 luglio 2015: si partirà da Borgo S. Dalmazzo (630 m), raggiunto in treno, per risalire la val Stura di Demonte lungo la ex-militare della sponda orografica destra fino a Demonte (780 m; 19 km); da qui si affronterà una salita impegnativa lungo il Vallone del'Arma con pendenze del 10% fino al Rifugio Carbonetto (1870 m), dove si cenerà e si pernotterà.

Domenica 26 luglio 2015: si salirà fino al colle Valcavera (2416 m; 6 km) per immettersi nell'altopiano; si proseguirà su salita sterrata fino al colle D'Ancoccia (2533 m; 9 km) da dove per sentiero a tratti tecnico si scenderà fino a sotto il colle del Preit (2066 m) da dove si risalirà faticosamente su sterrata fino al rifugio della Gardetta (2335 m; 18 km); dal rifugio si contornerà il lato meridionale dell'altopiano dapprima in salita fino a sotto il colle Salsas Blancias (2450 m; 24 km) per poi scendere al colle Margherina ed alle opere militari della Bandia (2408 m; 28 km); dalla Bandia, in funzione delle capacità tecniche dei partecipanti, si scenderà a Sambuco (1165 m), dapprima per sterrata lungo la val Chiaffrea fino a Gias Mure (1831 m; 32 km), quindi su bellissimo sentiero tecnico a tornanti lungo il Vallone della Madonna, oppure si proseguirà per il colle Valcavera per poi scendere lungo la strada percorsa il primo giorno lungo il Vallone dell'Arma e quindi per entrambe le opzioni si scenderà lungo l'ex-militare in sponda destra della Val Stura fino a Borgo S. Dalmazzo.

Iscrizioni entro venerdì 26 giugno 2015.

Scarica il programma dettagliato.

 

 

Joomla templates by a4joomla